Powered by Smartsupp
Distretto Socio Sanitario Roma 6-6 di Pomezia e Ardea, Cosa facciamo

Novità:

Pubblicato il bando per l'assunzione di 20 assistenti sociali, domande entro il 26 Luglio 2024

Cosa facciamo

Il Piano di zona distrettuale

Il Piano sociale di zona, è la rappresentazione degli interventi programmati per il triennio 2024-2026, in favore e a tutela delle fragilità di natura sociale e sociosanitaria che caratterizzano la comunità sociale residente nel Distretto RM 6.4.

Le fragilità e i conseguenti interventi sono rilevati e definiti in favore di 8 differenti tipologie di persone:

  • Famiglia, Minori e giovani
  • Anziani autosufficienti
  • Anziani non autosufficienti
  • Persone con disabilità e con patologie degenerative invalidanti
  • Povertà
  • Disagio adulti
  • Donne vittime di violenza
  • Immigrati e minoranze

Le attività dell’Ufficio di piano

La gestione finanziaria, amministrativa, gestionale ed operativa degli interventi è curata dall’Ufficio di Piano del Distretto - UdP, unità organizzativa incardinata nell’Ente “capofila” del medesimo Distretto”.

L’Ufficio di piano è chiamato a provvedere, in particolare, a:

  1. predisporre, la proposta di Piano Sociale di Zona e curarne l’attuazione;
  2. gestire le risorse finanziarie per l’attuazione del Piano Sociale di Zona e l’erogazione degli interventi e dei servizi del sistema integrato locale a livello distrettuale;
  3. curare i rapporti con l’Azienda Sanitaria Locale territorialmente competente per l’integrazione dei servizi sociali con quelli sanitari;
  4. Coordinare il Servizio Sociale Distrettuale; curare i rapporti con le strutture della Regione e dei Ministeri competenti in materia di politiche sociali;
  5. curare i rapporti con i soggetti, pubblici e privati, operanti nel distretto in ambito sociale;
  6. monitorare e raccogliere i dati e le informazioni, con particolare riferimento all’utenza e ai bisogni sociali emergenti, anche al fine dell’implementazione del sistema informativo dei servizi sociali.

Di seguito, le attività pianificate, programmate e gestite dall’Ufficio di piano, classificate come da nomenclatore SIOSS – Sistema Informativo dell’Offerta di Servizi Sociali

Macro-attività Descrizione 2023
Azioni di sistema Ufficio di piano e supervisione
A Accesso, valutazione e progettazione
B Misure per il sostegno e l'inclusione sociale
C Interventi per la domiciliarità
D Centri servizi, diurni e semiresidenziali
E Strutture comunitarie e residenziali
Totale annuo

I LEPS

Il Consorzio Sociale Pomezia-Ardea esercita, in forma associata, le funzioni e i compiti relativi, in primis, alla programmazione e gestione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali e sociosanitarie.

Secondo le vigenti disposizioni normative nazionali e regionali, sono livelli essenziali delle prestazioni sociali (da cui l’acronimo LEPS):

  1. la presenza, sull’intero territorio del Distretto, di Sportelli di segretariato sociale, per l’accoglienza, l’ascolto, l’orientamento, la prima presa in carico delle famiglie in condizione di fragilità;
  2. la presenza di un Servizio sociale professionale per la presa in carico e la progettazione di interventi in favore di famiglie in condizione di bisogno e fragilità; in particolare, deve essere garantita la presenza di almeno 1 assistente sociale ogni 5 mila abitanti;
  3. l’attivazione del Modello PUA (Punto unico di accesso) per l’integrazione delle prestazioni sociosanitarie;
  4. la presenza del Servizio di pronto intervento sociale (PIS) con l’attivazione della Centrale operativa di servizio e di intervento emergenziali;
  5. l’attivazione di prestazioni ed interventi di natura anche economica, a supporto della domiciliarità;
  6. l’attivazione di percorsi di inclusione sociale e lavorativa in favore degli individui e delle famiglie in condizione di fragilità economica e a rischio esclusione sociale;
  7. centri diurni e residenziali e supporto delle varie forme di fragilità.

L’attuazione di tutti gli interventi sopra elencati è sostenuta economicamente da fonti di finanziamento di natura comunitaria, nazionale, regionale e comunale.

Le principali Fonti di finanziamento

Le Fonti di finanziamento di cui il Consorzio Sociale Pomezia-Ardea dispone sono di natura comunitaria, nazionale, regionale e comunale.

È di natura comunitaria la Sovvenzione Pon Inclusione che nel Piano di zona è destinata a rafforzare i percorsi di inclusione sociale e lavorativa in favore di nuclei in condizione di fragilità economica (entro la fine dell’anno 2023) saranno pubblicati i nuovi Avvisi per la programmazione 2021 – 2027, di significativo impatto economico.

Il PNRR M5C2 Investimenti 1 che sostiene vari interventi in favore della domiciliarità, dell’inclusione di persone in condizione di disabilità, a supporto delle fragilità economiche (pari ad un valore complessivo di … di euro nel periodo 2023 – 2026).

Sono di natura nazionale:

  1. il Fondo Nazionale Politiche sociali, di cui almeno il 50% deve essere destinato obbligatoriamente ad interventi in favore dell’infanzia e dell’adolescenza;
  2. il Fondo nazionale Non auto sufficienza per favorire la permanenza a domicilio dei beneficiari, con priorità alle persone in condizione di disabilità gravissima;
  3. La Quota Servizi fondo povertà per sostenere la realizzazione delle politiche in favore di nuclei beneficiari in condizione di fragilità economica.
  4. Il Fondo Dopo di Noi.

I Fondi d natura regionale sono da destinarsi alla realizzazione dei LEPS come definiti ai paragrafi precedenti.

Di seguito lo Schema sinottico delle Fonti di finanziamento e della destinazione d’uso, impiegabili sul Piano sociale di zona in ciascuna delle annualità 2021 – 2023.

Tabella Fondi e impieghi

Tipologia Fondo Valore 2024
Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
Fondo Nazionale non Autosufficienza
Fondo Nazionale Politiche Sociali
Fondo Dopo di noi
Fondo povertà
Fondo Sociale Regionale
Compartecipazione Comunale
TOTALE
Torna indietro